martedì 12 agosto 2014

Hanging out on Waiheke Island - the land of wines



Lavorare di notte è bello, soprattutto in un bar, dove allo stesso tempo ti diverti, e al contempo distruttivo. Uno crede di avere più tempo libero siccome, di fatto, durante il giorno sei a casa ... peccato che poi queste giornate "libere" diventino occasioni di recupero del sonno ed uscire dal letto è davvero difficile. Questo spiega la mia lunga assenza dal Blog ... di tempo per godersi la Nuova Zelanda, e quindi trovare nuovi spunti per gli articoli, ce n'è stato veramente poco; oltre al fatto che lavorare di notte significa anche non vedere la propria metà per circa tutta la settimana - infatti Mario fa il tempo pieno in un altro bar come me, ma durante le ore diurne.

Ieri però, per la prima volta da quando abbiamo entrambi trovato un lavoro - un mese e mezzo - siamo riusciti a far coincidere il lunedì come nostro giorno libero! E allora, siccome tutti e tre (io, Mario ed il nostro amico Davide che lavora insieme a me) non ne potevamo più di sgobbare tutta la settimana per poi non goderci nessun premio, ci siamo concessi un'interna giornata sulla bellissima Isola di Waiheke, a soli 30 minuti di traghetto dal porto di Auckland.

L'Isola si trova in mezzo ad un arcipelago pieno di altre isolette vulcaniche, la maggior parte disabitate. Questo la rende la più popolosa con circa 7000 abitanti, anche se durante la stagione estiva questi raddoppiano. Noi vi ci siamo recati in pieno inverno, ma, credetemi, anche in questa stagione il luogo ha davvero tanto da offrire, con il suo fascino da isola tropicale.

Come quasi tutte le isole, anche Waiheke è principalmente nota per le sue bellissime spiagge. Non abbiamo potuto immergerci nelle loro acque cristalline e tra le onde tanto amate dai surfisti, ma la spendida giornata di sole ci ha comunque concesso di fare qualche bella passeggiata a riva della stupende spiagge di Oneroa, Palm Beach ed Onetangi.

Ciò che rende Waiheke piuttosto nota, e piacevole da visitare anche fuori dalla stagione estiva, sono soprattutto i suoi numerosissimi vigneti, grazie al suo terreno di origine vulcanica, conferendole il nome di "Isola delle Vigne". Fare tappa presso almeno una di queste cantine per una degustazione era d'obbligo. Noi, da bravi italiani, abbiamo scelto di visitare la cantina "Poderi Crisci", dove ci siamo fatti prendere dalla nostalgia di casa grazie ad un bicchiere di vino rosso Nostrum Merlot/Cabernet Franc e ad un tagliere di salumi, provenienti direttamente dalla madre patria. Eravamo decisamente in astinenza da Prosciutto di Parma & co.
Il luogo è semplicemente idilliaco, in mezzo a verdi valli e colline e completamente isolato dal resto dell'isola, tanto che per raggiungerlo bisogna per forza affidarsi ad un taxi o, per chi ne ha voglia, ai propri piedi ... oppure, come abbiamo fatto noi, al caro vecchio metodo dell'autostop.
La cantina è stata aperta nel 2007 da Antonio Crisci e la sua partner Vivienne, dopo aver già acquisito una buona fama grazie a due locali del centro di Auckland. Il vigneto produce una varietà molto ampia di vini diversi, come Cabernet, Chardonnay, Merlot, Pinot Grigio e molti altri.
Usciti dal ristorante un po' brilli e con la pancia piena, un po' anche per lo stupendo panorama campestre non sapevamo più se ci trovavamo nella campagna toscana o in un'isola neo-zelandese, ma la fitta presenza di pecore che ci fissavano incuriosite ci ha riportati alla realtà.


Per il traghetto

Prezzo per biglietto andata e ritorno: 37$
Per gli orari clicca qui

Working night shift is nice, especially in a bar, where you can also have fun at the same time, but it's hard as well. You could think that, in this way, you have more free time, since you've got the whole day to enjoy yourself. The truth is that you will probably spend this "free time" just to sleep, in order to recover your strength for the next shift, and getting up from your bed becomes such a tough battle.
This was just to explain why I've been away from my Blog so long ...  I haven't had a lot of time to really enjoy New Zealand so far, so to find something to write about either. Furthermore, since Mario is working full time as a bartender as well, but during day time, we haven't seen each others for weeks.

Yesterday, we finally managed to get the same day off for the first time since we started working in Auckland - one month and a half ago. So ... Mario, our friend Davide and I decided to spend one whole day on Waiheke Island, which is just 30 minutes ferry ride from Auckland.
The Island is just in an archipelago full of other islets, all volcanic, most part of them are uninhabited. That's why Waiheke is the most densely populated one among all, with 7000 inhabitants approx. We visited it during winter, low season, but it was absolutely amazing anyway.

As every island, Waiheke's got lovely beaches. Due to the cold and the high waves, we did not have the chance to bathe in that beautiful sea, but the sunny weather allowed us to walk down the gorgeous beaches of Oneroa, Plam Beach and Onetangi.

Most of all, Waiheke is known for its several wineries, thanks to its vulcanic land. You really cannot miss a nice wine tasting there. We decided to have lunch at "Poderi Crisci" winery and restaurant, according to our italian nature, where we definitely felt so nostalgic drinking some red wine and eating a "tagliere" - a typical italian selection of cold cuts, most part of them coming from our Region, Emilia Romagna. We have been missing Prosciutto di Parma & co. so bad !
The place is simply idyllic, between beautiful green valleys and hills and completely out from the rest of the world - it's pretty hard to reach it indeed, you need to take a taxi or, if you dare, you can just have long, but lovely, walk or ... as we did: autostop !
Antonio Crisci and his partner Vivienne opened this winery in 2007. The vigna produces several types of wines, as Cabernet, Chardonnay, Merlot, Pinot Grey and many others. 
Once we went out from the restaurant, after lunch, a bit drunk and with a full and happy stomach, we didn't know if we were in the Tuscan Countryside or still on Waiheke Island ... 


The ferry

Price per person - return as well: 37$






Oneroa











Palm Beach









Onetangi





Poderi Crisci







Vino Rosso Poderi Crisci Nostrum 2011 Merlot / Cabernet Franc.
Red Wine Poderi Crisci Nostrum 2011 Merlot / Cabernet Franc.

Prosciutto d'oca fatto in casa su ciabatta con parmigiano, tartufo ed olio tartufato.
Homemade Ggoose ham on toasted ciabatta topped with truffles, fresh Parmesan and truffle oil.

Tagliere di Affettato




Beatrice B.

Nessun commento:

Posta un commento