martedì 12 agosto 2014

Hanging out on Waiheke Island - the land of wines



Lavorare di notte è bello, soprattutto in un bar, dove allo stesso tempo ti diverti, e al contempo distruttivo. Uno crede di avere più tempo libero siccome, di fatto, durante il giorno sei a casa ... peccato che poi queste giornate "libere" diventino occasioni di recupero del sonno ed uscire dal letto è davvero difficile. Questo spiega la mia lunga assenza dal Blog ... di tempo per godersi la Nuova Zelanda, e quindi trovare nuovi spunti per gli articoli, ce n'è stato veramente poco; oltre al fatto che lavorare di notte significa anche non vedere la propria metà per circa tutta la settimana - infatti Mario fa il tempo pieno in un altro bar come me, ma durante le ore diurne.

Ieri però, per la prima volta da quando abbiamo entrambi trovato un lavoro - un mese e mezzo - siamo riusciti a far coincidere il lunedì come nostro giorno libero! E allora, siccome tutti e tre (io, Mario ed il nostro amico Davide che lavora insieme a me) non ne potevamo più di sgobbare tutta la settimana per poi non goderci nessun premio, ci siamo concessi un'interna giornata sulla bellissima Isola di Waiheke, a soli 30 minuti di traghetto dal porto di Auckland.