sabato 26 luglio 2014

Coming to the end ... Singapore, the final destination.


Ancora devo realizzare il fatto che, ormai un mese fa, abbiamo lasciato il Sud-Est Asiatico, quello che, per due bellissimi mesi, ha fatto da casa alle nostre fantastiche avventure. Scriverne mi fa venire il magone. Ce lo dicevamo sempre: "Tutto questo ci mancherà tantissimo, ma ce ne renderemo conto solo dopo" e così è stato.

Singapore è semplicemente perfetta per dire "Addio" - anche se spero più in un arrivederci - al mondo e alla cultura asiatica. E' semplicemente la città più futuristica, ordinata e pulita che abbia mai visto. L'ideale, insomma, per allontanarci gradualmente da quello a cui eravamo stati abituati fino a quel momento.

I suoi immensi grattacieli, centri commerciali e strutture architettoniche ti trasportano davvero in un'altra dimensione, facendoti sentire nell'anno 3000. I prezzi sono molto più alti rispetto al resto del Sud-Est Asiatico e le regole più ferree (non si può nemmeno masticare un chewing-gum per strada), ma l'atmosfera che si respira è unica al mondo, soprattutto di notte, quando gli edifici della città si illuminano di colori strepitosi.

Noi abbiamo soggiornato al Green Kiwi Backpacker Hostel, tanto per prepararci alla Nuova Zelanda insomma, nel particolarissimo quartiere di Kampong Glam, la zona islamica della città che conserva uno stile totalmente opposto a quello del resto di Singapore, molto tradizionale, con piccole strade piene di colorati ristoranti e bancarelle. Davvero una chicca.


Nemmeno il tempo di rendersene conto ed è già arrivata l'ora di lasciare il caldo e volare verso l'inverno Neo-Zelandese. La nostra nuova vita Kiwi ci aspetta, ed è davvero incredibile pensare che tutta la meraviglia di cui abbiamo goduto negli ultimi mesi, da tanto progettata e sognata, sia finita. Ma altre emozioni ci aspettano in questa parte del Mondo che ormai mi sento di chiamare casa...


I still need to realize that, one month ago, we definitely left South-East Asia, which, for two amazing months, has been being our home, where we had such crazy and beautiful adventures. Writing about it makes me feel so melancholic. We used to say to ourselves: "We will miss it so bad, and we will really get how wonderful was this trip when it will be done already", and we were right.
Singapore is just perfect to say "Goodbye" to Asia and to its culture. It's simply the most clean, tidy and futuristic place I have ever been, completely different from what we were used to so far.
Its huge skyscrapers, shopping malls and crazy architectural structures really make you feel in the 3000s. The prices are much more expensive than in the rest of South-East Asia and the rules are so strict (you cannot even chew a chewing-gum while you are walking down the street), but the atmosphere is just the one and only, especially during the night, when the buildings are lit up in amazing bright colors.
We stayed at the Green Kiwi Backpacker Hostel, just to start to get into the habit of New Zealand, in the lovely Kampong Glam area, the islamic quarter which got a beautiful traditional style, completely different from the ones you will find in the rest of Singapore. Its narrow and colorful streets are plenty of small restaurants and typical shops. So nice.


Then, it came the time to leave the warm and beautiful Asia to head to the Kiwi winter. A new beginning is waiting for us and it's simply incredible that this trip, which we have been dreaming and organising for long, it's done already.
But new Kiwi adventures are waiting for us in this part of the World, which I would call home already.

Marina Bay

E' il distretto più recente di Singapore, pieno di edifici e strutture dall'architettura mozzafiato
It's the latest districs of Singapore, full of breathtaking buildings and structures.






Singapore Flyer.



Ponte Helix.
Helix Bridge.








Esplanade Theatre.

Il Merlion, simbolo di Singapore.
The Merlion, symbol of Singapore.








Una Venezia artificiale in uno dei Centri Commerciali di Marina Bay.
An artifical Venice in one of the Shopping Malls in Marina Bay.

E una pista di pattinaggio sul ghiaccio ! (A Singapore ci sono in media 30 gradi l'anno)
Ice skating track ... despite the heat !

Cosplayers.

Science Museum




Marina Bay Sands Hotel
Probabilmente l'hotel più famoso di Singapore, formato da tre grattacieli sormontato da una piscina a forma di nave.
Probably the most famous hotel in Singapore, with a huge "boat" swimmingpool with on the top of the three skyscrapers.




Gardens by the Bay
Sempre nel quartiere di Marina Bay, si trovano questi enormi giardini. Soprattutto famosi per alcune strutture ad "albero" molte particolari chiamate "Supertree Grove".
Settled inside Marina Bay, these gardens are known especially due to some strange artifical trees called "Suipertree Grove".










Dino aveva un po' caldo ... così si è buttato nei giochi acquatici riservati ai bambini.
Since Dino was dying of heat, he decided to join the children water games.

Kampong Glam






Stay tuned

The adventure is not done yet.
Beatrice Bovo

7 commenti:

  1. Ciao, è un po' di tempo che vedo le foto del tuo viaggio in un nuova zelanda e in altre città asiatiche, a quanto ho capito ti sei trasferita a auckland, piacerebbe anche a me fare un esperienza del genere e informandomi ho trovato questo articolo http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-25/lavorare-nuova-zelanda-stato-113140.shtml?uuid=AbZo0LhH in cui mettono a disposizione delle holiday-work. Volevo sapere se tu ti sei trasferita tramite qualche progetto universitario o anche tu hai partecipato a questo programma?
    Comunque davvero fantastiche le foto, complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie per i complimenti! Comunque io mi son trasferita qui senza seguire alcun programma specifico, semplicemente spinta dal desiderio di fare un'altra esperienza all'estero e in una terra che sognavo visitare da tanto. Son venuta qua con un visto working holiday e ho trovato subito lavoro fulltime in un bar (nell'ambito ristorazione e accoglienza non e' difficile trovare). Ovviamente sapere l'inglese e' piuttosto fondamentale. Comunque se ti servono altre info non esitare a chiedere! Un bacio

      Elimina
  2. Ciao grazie del commento, in realtà l'idea iniziale era di trasferirmi a Londra con i miei 2 cugini per perfezionare l'inglese, però ho scoperto la Nuova Zelanda che mi ha davvero colpito...Sono capitato per caso nelle tue foto su facebook e da li ho trovato il blog, visto che ci vivi vorrei farti qualche domanda: Per trasferirmi li più o meno di che budget iniziale ho bisogno?L'inglese basta o c'è bisogno del Maori? Com'è vivere ad Auckland?Che tipo di documenti ho bisogno per trasferirmi e cercare un lavoro?

    Comunque avete fatto davvero un viaggio fantastico, e hai scattato delle foto fenomenali lo rifarei passo passo uguale, vi ha richiesto molta organizzazione? Anche per quei 2 mesi nel sud-est Asiatico che budget vi siete posti?Ho letto nel primo articolo della partenza che avete prenotato solo il volo da Roma a Bangkok e poi quello per Auckland, avete alloggiato negli ostelli o hotel che trovavate in giro?

    Grazie fammi sapere ciao!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. T ho risposto con un commento a parte sorry ahahah

      Elimina
  3. Ciao! Provo a risponderti a punti :)
    - il governo stesso per entrare nel paese ti richiede un minimo di 4200 dollari Neozelandesi
    - per la Nuova Zelanda basta l'inglese, solo i Maori parlano il maori
    - Auckland è una cittá molto bella, stile metropoli con grattacieli ed edifici moderni, ma anche molto verde e dintorni naturalistici, spiagge e un mare meravigliosi e si gira molto bene perchè è piccolina (almeno il Centro perchè se conti i dintorni diventa immensa). É facile anche ambientarsi perchè la gente è molto gentile e genuina.
    - I documenti che ti servono son ovviamente il Passaporto e un visto di lavoro o vacanza lavoro (ma il primo è quasi impossibile da ottenere dall estero quindi quasi tutti fan il secondo). Il visto working holiday lo puoi ottenere online qui: http://www.immigration.govt.nz/migrant/
    Ti spiegherá tutto quello che c'è da sapere.

    -Il viaggio in sud-est asiatico ha richiesto anche più organizzazione di quello in NZ. Abbiamo fatto le burocrazie per visti e assicurazioni, ma soprattutto abbiamo pianificato bene cosa volevamo vedere, sebbene non abbiamo prenotato nulla se nn il volo per Bangkok e per Auckland. Hotel e ostelli li prenotavamo tramite internet (ci son wifi ovunque) nelle mete precedenti e ci siamo sempre spostati via bus mai con voli interni siccome avevamo tempo e son molto più cheap (anche se scomodi ed eterni).

    Spero di esserti stata utile :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Grazie mille, sei stata utilissima, spero di riuscire ad organizzare tutto e trasferirmi un giorno, vi auguro davvero di viverla al meglio questa esperienza.
    Continuerò a seguirti per vedere come va sul blog e su facebook
    Grazie tante delle risposte! Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! E chissá, magari ci si vede ad Auckland !

      Elimina