mercoledì 12 febbraio 2014

Sulla via del ritorno … Dublino e il Rugby 6 Nazioni: Irlanda vs Galles – Going back to Italy … A stop in Dublin for the 6 Nations Rugby match: Ireland vs Wales

Viaggiare è bello, ma tornare a casa lo è ancora di più. Soprattutto perché spesso ci si può approfittare della via del ritorno per fare sosta in alcuni luoghi che si incontrano per strada.
Così Sabato scorso, io e il mio ragazzo abbiamo preso l’occasione del mio ritorno in Italia con partenza dall’aeroporto di Dublino, per assistere al match del Rugby 6 Nazioni che, proprio quel giorno, vedeva contrapposte le squadra Irlandese contro quella Gallese all’Aviva Stadium.


Avevo già avuto occasione di visitare la Capitale Irlandese qualche mese prima, a fine Settembre, e me ne ero innamorata. Ma trovarsi in città in mezzo alla festa, allo spirito e al rumore tipici degli eventi sportivi, come per una partita di rugby, ha reso il tutto ancora più speciale.
Ricordo come fosse ieri gli occhi sognanti del mio ragazzo, a dir poco patito del Rugby, di fronte all’Aviva Stadium, durante la nostra ultima visita. “Sarebbe bello vederci una partita”… e così è successo!
Talmente presi dall’entusiasmo … abbiamo deciso di vestirci – o forse sarebbe meglio dire conciarci – in maniera “adeguata” all’occasione. Se non altro abbiamo attirato qualche turista giapponese (non scherzo … in due ci hanno chiesto di fare una foto davanti al Mc Donald).
 


 


Ovviamente … Go Ireland!

La partita è stata davvero emozionante. Soprattutto per me, che non avevo mai avuto l’occasione di assistere ad un match di Rugby di questo livello dal vivo. Lo stadio Aviva poi … uno spettacolo architettonico meraviglioso! Un’esperienza davvero fantastica che spero di ripetere molto presto!
La stracciante vittoria dell’Irlanda (26-3) ha poi coronato il tutto con una dose di entusiasmo ancora più grande. Non abbiamo nemmeno dovuto struccarci prima di andare in centro a festeggiare, anzi, potevamo andarne fieri!
 






Per sentire il vero spirito sportivo in Irlanda non c’è nulla di meglio che recarsi in un pub e sorseggiare qualche Guinness. Il luogo migliore per farlo? Sicuramente la zona Temple Bar, l’area della night life di Dublino, dove sono concentrati la maggior parte di pubs e ristoranti. Il quartiere prende il suo nome dal famoso pub Temple Bar, il più antico della città, dove abbiamo deciso di recarci anche noi.

 

E mentre ci trovavamo nel cortile del locale, le nostre orecchie sono state rapite da una musica vicina. Proprio dietro l’angolo, infatti, si stavano esibendo per strada dei tipici buskers della città. Si chiamano Mutefish e io li ho trovati semplicemente straordinari. Si tratta di una band composta da sei ragazzi, tutti giovani e con carattere, Irlandesi ma anche Polacchi, Ucraini e Lituani. La loro musica è molto particolare. Un Rock che si tinge di note tradizionali Irlandesi e tipiche dei paesi nativi dei membri del gruppo. Il risultato è davvero sorprendente. Vi invito a visitare il loro sito web http://www.mutefish.ie, dove potrete trovare alcuni video delle loro esibizioni. Sono sicura che li troverete sensazionali, esattamente come è stato per me.
 
 
È poi arrivato il momento di dividerci … mentre il mio ragazzo tornava a Derry io mi preparavo a passare una nottata in aeroporto per poi tornare in Italia la mattina del giorno dopo. Ormai sono tornata da quattro giorni e ancora devo rendermene conto, come al solito le emozioni provate sono tante e contrastanti, ma non sentirsi felici, in questi casi, è davvero difficile!
L’aspetto del mio ritorno in Italia che sicuramente mi rende più felice, seconda solo al rivedere famiglia e amici, è il poter finalmente gustare tutte le pietanze che ho tanto sognato. Adoro il cibo etnico e internazionale ma … non prendiamoci in giro: il cibo di casa propria non si supera!
Appena arrivata in patria, infatti, non ho perso tempo e mi sono catapultata nella fantastica enogastronomia del nostro Paese (ecco spiegata la mia assenza dal Blog). Ma di questo ne parleremo nel prossimo post …

Alla prossima!
Baci
Beatrice B.

Traveling is an amazing experience, but coming back home it's even better. Especially if you can also take advantage of the way back just to stop in some nice places on the road.So last Saturday, my boyfriend and I took the occasion of my return to Italy departing from Dublin airport, as a chance to assist to the 6 Nations Rugby Match which, that day, was between Ireland vs Wales at the Aviva Stadium.
 
I had already visited the Irish Capital a few months earlier, in September 2013, and I definitely fell in love with it. But being in the city in the middle of the spirit and of the noise typical of all the sports events, such as for a rugby game, has made ​​it all even more special.
It looks like yesterday when my boyfriend was dreaming in front of the Aviva Stadium (he is simply addicted to Rugby), during our last visit in Dublin. "It would be nice to watch a game here" he said... and so it happened!
We were so excited that we decided to get dressed in an "appropriate" way for the occasion, supporting the Irish team. At least we have attracted some Japanese tourists (no joking ... two of them wanted to take a picture with us in front of Mc Donald ).

The game was really exciting. Especially for me, since I had never had the opportunity to watch such a high level match of Rugby live. And the Aviva Stadium ... is an architectural wonder! A fantastic experience which I hope to repeat very soon!

Then, the super victory of Ireland (26-3) topped it all with a huge dose of enthusiasm.
 
And we were able to go in the city centre to celebrate with all the make-up on, being proud of it!
To feel the true spirit of sport in Ireland there's nothing better than going to a pub to drink some Guinness beers.  Where is the best place to do so? Surely the Temple Bar area, the one of ​​the night life in Dublin, where you can find most part of pubs and restaurants. The district takes its name from the famous Temple Bar pub , the oldest one in the city, where we decided to go too.
 
While we were in the courtyard of the restaurant, we heard a wonderfuk music nearby. Just around the corner, in fact, a group of buskers was performing on the street. They are called Mutefish and I found them simply extraordinary. This is a band made ​​up of six boys, all young, Irish but also Poles, Ukrainians and Lithuanians. Their music is lovely. A kind of rock with notes coming from the typical and traditional Irish music and from the native countries of the group members. The result is truly amazing. I suggest you to visit their website http://www.mutefish.ie, where you can find some videos of their performances. I'm sure you will find them so good.
Then, it came time to go... while my boyfriend was going back to Derry, I was preparing my self to spend a night at the airport before going back to Italy in the next morning.
 
I arrived in Italy four days ago already, I still have to realize it. As usual, the emotions are so many, but, for sure, I feel happy.
What I love most about my return to Italy, second only to the fact that I am finally with my friends and family, is the chance to taste all the dishes which I've been dreaming so much. I love international food ... but to be honest ... no food is good as your home's one!
Just arrived at home, I haven't wasted time and I 've immediately started  with the amazing cuisine of our country (that explains my long absence from the blog). But we'll talk about  it in the next post ...

Stay Tuned!
XOXO
Beatrice B.

Nessun commento:

Posta un commento